Home / Scienza - Tecnologia / Il pianeta dei Robot

Il pianeta dei Robot

 

L’uomo è la scienza. O, meglio, l’uomo era la scienza. Per millenni l’essere umano si è prodigato in ricerche, formulazione di teorie, e la scienza è diventata l’unico canone di verità – salvo poi scoprire che le verità scientifiche sono tali finché qualcuno non le confuta, come successe per Newton.
Ieri si diceva che la religione – e potremmo comodamente dire tutto l’ambito irrazional-sentimentale – è stata sconfitta dalla scienza, e Dio morì più o meno in silenzio. Oggi, invece, si comincia a mormorare della morte della ragione, e saremmo portati a dire, quindi, anche della scienza. Eppure non sembra essere così: l’uomo, sempre più disilluso anche della sua stessa umanità, sempre più disincantato difronte ad una vita di cui ha smesso di percepire (e cercare?) il senso, proprio quest’uomo ha cominciato a delegare tutto alla macchina. Ormai internet con le sue informazioni è diventato un’estensione naturale della nostra memoria, lo smartphone del nostro corpo. E, come se avessimo smesso anche di immaginare, presto sembra che le macchine sopperiranno ai nostri deficit cognitivi e – la cosa più triste – artistici.
Qui, in fondo, la questione non è tanto il sopravvento della macchina sull’uomo, ma l’uomo che ha smesso di cercare se stesso.

About C.G.

Check Also

La fine dell’universo

  La scoperta dell’espansione dell’universo ha dato inizio ad un’epoca della cosmologia che dura ancora …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci
Connessione...
Connessione...
    Lascia la tua email e un messaggio e verrai ricontattato.
    Connessione...
    Conversazione
      Vai alla barra degli strumenti